Testo Scritto: Caratteristiche e Coerenza

Pubblicato in: Testo e testiLinguaggi

Il Testo Scritto: Caratteristiche

Il testo scritto è flessibile in quanto esiste la possibilità di modificarlo, perfezionarlo finché chi scrive non è soddisfatto del proprio lavoro.
La comunicazione scritta è quindi più “faticosa”, meno libera e spontanea.
Chi scrive può:

  • correggere, cambiare interi pezzi, interrompersi fino a che riesce a rendere in modo efficace ciò che vuole dire.

Chi scrive:

  • è obbligato a cercare le parole, a curare la forma.

Chi scrive non ha un contatto diretto e immediato con chi legge; è necessario quindi che il testo dia una comunicazione chiara, completa e ordinata.

Un testo ben scritto è:

  • coerente: frasi, periodi e capoversi devono essere collegati logicamente con l’argomento generale del testo e tra di loro senza contraddirsi;
  • coeso: ovvero deve essere unito da legami formali in modo che le sue parti siano un tutto unico, come i fili di lana opportunamente intrecciati formano un unico oggetto.

Un Testo Ben Scritto: la Coerenza (Tematica, Semantica, Logica, Stilistica)

La coerenza è una caratteristica fondamentale del testo. Il termine cohaerentia, è composto da:

  • co: insieme;
  • haerere: essere attaccato.

L'immagine della coerenza è quella di un'unione stretta, solida in quanto si presenta come un insieme organico che agisce in maniera conforme alle leggi che lo regolano.

In un testo ben scritto sono presenti diversi tipi di coerenza:

  • coerenza tematica: gli argomenti sono collegati ad un argomento centrale e non sono in contrasto tra loro;
  • coerenza semantica: i significati delle parole debbono essere compatibili tra loro;
  • coerenza logica: le parti del testo devono essere unite da relazioni logiche chiare e corrette ovvero da relazioni causali, temporali, finali, etc;
  • coerenza stilistica: correlazione tra la situazione comunicativa e il registro utilizzato.

Coerenza Tematica

Un testo di senso compiuto deve fornire tutte le informazioni necessarie per comprendere l’argomento centrale indipendentemente dalla sua lunghezza. Un testo ben costruito deve:

  1. essere di senso compiuto nella sua articolazione; quindi, è formato da:
    • inizio: presenta l’argomento e ne avvia lo svolgimento
    • corpo centrale: sviluppa l’argomento
    • conclusione: riassume quanto detto precedentemente e chiarisce le intenzioni dell’autore
  2. essere di senso compiuto nella sua suddivisione:
    • paragrafi,
    • capoversi,
    • enunciati.
  3. sviluppare le informazioni intorno ad un argomento centrale:
    • uso di mappe;
    • non è contraddittorio.
  4. avere un ordine:
    • cronologico;
    • inverso.

Attività

Distribuiamo agli alunni lo fotocopia del testo seguente.

Un nido per due rondinelle

Le rondini erano ritornate al tetto. Ma che rovina, alcuni nidi erano crollati, altri avevano bisogno di riparazioni. Bisognava mettersi al lavoro, ed ogni rondine lo fece con gioia. Anche due giovani rondinelle che non avevano il nido si erano messe d’impegno per costruirselo. Andavano e venivano continuamente, portando qualche cosa nel becco: ora pagliuzze, ora fuscelletti, ora piume.

Dopo due settimane di faticoso lavoro, tutte e due poterono riposare nella loro casetta. Anche altre rondini avevano finito il loro lavoro. Si parlavano da un nido all’altro come fanno le donne sulle porte delle case. Era un piccolo paese di rondini.ma il nido delle due rondinelle era debole e un giorno cadde sulla strada. Quanti gridi si levarono da tutte le parti!
Le due rondinelle volarono disperate dal tetto alla strada e dalla strada al tetto. Tutte le rondini si riunirono sulla grondaia del tetto e pareva che dicessero:” Poverine! Quelle due rondinelle hanno fatto il nido troppo in fretta ed esso non ha resistito. Sono tanto giovani ed inesperte! Vogliamo aiutarle? Tutte come ad uno stesso comando partirono in ogni direzione; poco dopo ritornarono con la mota e le pagliuzze e iniziaronola costruzione di un nuovo nido.

In due giorni il lavoro fu terminato e le due rondinelle poterono entrare nella loro casa. Tutte le altre sporgevano la testa dal nido per vedere le loro vicine contente, che riposavano una accanto all’altra nel nido costruito dall’amore.

  1. Accertiamo che gli alunni conoscano il significato di tutte le parole soffermandoci su quelle più inconsuete come ad esempio: crollati, impegno, inesperte, mota.
  2. Il testo è diviso in tre parti:
    • La parte colorata di verde introduce l’argomento del testo
    • La parte colorata di giallo sviluppa l’argomento ovvero racconta che cosa è successo
    • La parte colorata di celeste conclude il testo

Scheda n. 1

Oggi Francesco è andato a trovare i nonni in campagna.
Appena arrivato ha aiutato la nonna a dare da mangiare alle galine e ai pulcini. Insieme hanno raccolto anche le uova che erano ancora calde. Poi è andato con il nonno a raccogliere le mele mature nel frutteto. Hanno riempito due grandi ceste di vimini. Quando sono tornati alla fattoria la nonna stava impastando e ha preparato una squisita torta di mele.
A Francesco piace tantissimo stare a contatto con la natura e con gli animali. Non vede l’ora che arrivi il momento di andare a trovare i nonni, in campagnainsieme a loro trascorre delle giornate fantastiche.
  • Sottolinea con il pennarello verde l’introduzione.
  • Sottolinea con il pennarello giallo come è stato sviluppato l’argomento.
  • Sottolinea con il pennarello celeste la conclusione.
  • Scrivi al posto dei puntini il titolo che avresti dato a questo testo:
Oggi Carlo e Mara sono andati con le loro mamme a fare un giro al mercato. C’erano tante bancarelle con mercedi ogni genere: frutta, verdura, vestiti, giocattoli. La mamma di Francesco si è fermata a comprare la frutta mentre la mamma di Francesco ha comprato una maglietta nuova per il papà. “Possiamo prendere il gelato” ha chiesto Mara passando davanti alla gelateria.
“Certo” hanno risposto le mamme sorridendo. Mara ha preso un cono alla fragola, Francesco ha preso un cono al cioccolato.
È stata proprio una bella mattina d’estate.
  • Sottolinea con il pennarello verde l’introduzione.
  • Sottolinea con il pennarello giallo come è stato sviluppato l’argomento.
  • Sottolinea con il pennarello celeste la conclusione.
  • Scrivi al posto dei puntini il titolo che avresti dato a questo testo:

Scheda n. 2

Ed ora tocca a te!

Leggi con attenzione l’introduzione e la conclusione della storia.

I ricci e le mele

Introduzione

Era una notte d’autunno, ma nel cielosplendeva la luna. I cinque ricci due grossi e tre piccolini, si avviarono in fila indiana verso un campo di meli.
Trotterellarono nell’erba, poi si fermarono sotto i primi alberi. A terra c’erano delle mele che il vento aveva fatto cadere. Ma le mele cadute erano poche.

Sviluppa la parte centrale della storia.

Conclusione

Era una notte d’autunno, ma nel cielosplendeva la luna. I cinque ricci due grossi e tre piccolini, si avviarono in fila indiana verso un campo di meli.
Trotterellarono nell’erba, poi si fermarono sotto i primi alberi. A terra c’erano delle mele che il vento aveva fatto cadere. Ma le mele cadute erano poche.

Rappresenta con un disegno la parte centrale della storia.

Scheda n. 3

Tocca ancora a te!

Introduzione

Un mattina capitò una cosa strana, c’era un treno che doveva partire. I viaggiatori erano saliti, gli sportelli erano chiusi, il semaforo del binario era verde.il capostazione fischiò e alzò la paletta, ma il treno non partì il capostazione fischiò ancora ma il treno non partiva.

Sviluppo dell’argomento

Venne un meccanico a controllare. Il meccanico toccò,guardò, provò:tutto era a posto tutto funzionava.
“E allora perché non parte?” disse il capostazione? A quel punto una vecchina vestita di nero scese da uno dei primi vagoni e si avvicinò alla locomotiva. “Che succede signori?” disse con una vocina sottile.
“Non lo sappiamo signora, il treno non vuol partire”.
“Davvero? Vediamo un po’...... e la vecchina appoggiò l’orecchio al metallo della locomotiva, battè con le nocche, ascoltò di nuovo “Semplice” disse poi “Il treno non parte perché vuole una canzone di buon viaggio. Cantate una canzone e partirà.

  • Scrivi il titolo della storia appena letta nello spazio seguente:
  • Scrivi la conclusione nello spazio seguente:

Scheda n. 4

Adesso racconta tu una storia, seguendo le indicazioni date.

Un giorno al mare
  • Introduzione: quando sei andato al mare e con chi.

  • Sviluppo dell'argomento: che cos'è successo? Come? Perché?

  • Conclusione: quali emozioni? Quali sentimenti?

Scheda n. 5

Adesso racconta tu una storia, seguendo le indicazioni date.

La mia vacanza
  • Introduzione: quando, con chi e dove?

  • Sviluppo dell'argomento: che cos'è successo? Come è successo? Perché è successo?

  • Conclusione: conseguenze, emozioni, sentimenti, desideri.


Articolo pubblicato il: 31 Dicembre 2020
Freccia per tornare su