Coerenza Stilistica

Pubblicato in: Testo e testi

Stili Diversi per Contesti Diversi

Qualsiasi cosa, qualsiasi pensiero può essere espresso in modo diverso per venire incontro alle esigenze del momento in relazione a:

  • la persona a cui si parla,
  • la situazione in cui si parla,
  • ciò di cui si parla,
  • la persona che parla.

Prendiamo ad esempio le espressioni seguenti:

  1. è un vero somaro;
  2. non è davvero un'aquila;
  3. non ha la diligenza necessaria;
  4. è poco intelligente.

La prima frase: "è un vero somaro", è dura, spietata in quanto identifica una persona come un asino, ma può essere anche una frase scherzosa in cui, per gioco, la persona di cui si parla è vista con grandi orecchie e... poco cervello. Chi usa questa frase è un amico della persona di cui si parla, se vuole scherzare, o un insegnante se vuole colpire duramente.

La seconda frase: "non è davvero un'aquila", contiene un giro di parole, non dice direttamente che la persona di cui si parla è sciocca, ma nasconde questo fatto dietro l'aquila che vola alto, qualità positiva che viene negata.

La terza frase: "non ha la diligenza necessaria", è senz'altro negativa e può essere usate per esempio dal professore che vuol dire al padre che il figlio non ce la fa a scuola.

La quarta frase: "è poco intelligente", non contiene alcuna sfumatura. Può essere il parere dello psicologo dopo aver eseguito una serie di test con risultato negativo.

Uno stesso significato può essere espresso da una quantità di frasi diverse in ciascuna delle quali è usato uno stile diverso in relazione a:

  • le parole usate,
  • il registro linguistico utilizzato.

La Scelta dello Stile: Scegliere Stili Diversi per le Differenti Situazioni e Sfumature

Le parole e il registro espressivo utilizzati debbono essere congruenti con il tipo di testo che si sta producendo e quindi con il contesto in cui è inserito. La possibilità di dire la stessa cosa usando stili diversi è una risorsa utilissima per dare ad ogni situazione una sfumatura diversa, scegliendo quella più opportuna.
Chi usa una sola parola per esprimere un concetto o un solo registro, per esprimere un pensiero o raccontare una situazione, non può usarne altri e quindi non è libero di scegliere.

Le attività e le schede che seguono hanno l'obiettivo di far riflettere i nostri alunni sulla libertà di scegliere.


Attività

Scheda n. 1

Ecco tre elenchi di frasi

  1. Ho una fame da morire - Ho un buco nello stomaco - Non ce la faccio per la fame - E chi ce la fa senza mangiare
  2. Non so come fare - Non so dove sbattere la testa - Che cosa farò adesso?
  3. Per favore smettila - Non ti sembra che basti? - Vuoi piantarla una buona volta?
  4. Non so se mi sono spiegato - Non so se avete capito - È chiaro quello che ho detto?
  5. Quest'anno la vacanza non siamo stati bene in vacanza - Quest'anno non abbiamo passato una bella vacanza - Che brutta vacanza quest'anno

Le frasi che abbiamo citato sono l’una diversa dall’altra ma hanno tutte lo stesso significato.

Completa

  1. Il significato delle frasi del primo gruppo è:
  2. Il significato delle frasi del secondo gruppo è:
  3. Il significato delle frasi del terzo gruppo è:
  4. Il significato delle frasi del quarto gruppo è:
  5. Il significato delle frasi del quinto gruppo è:

Scheda n. 2

Costruisci frasi diverse che abbiano lo stesso significato.

Le attività e le schede di lavoro sui registri linguistici si trovano in questo stesso blog: l'articolo di riferimento è il testo orale.

Articoli e Risorse Correlati

La trattazione è collegata ai seguenti articoli:


Articolo pubblicato il: 8 Novembre 2021
Freccia per tornare su